FAQ ingredienti

C'è del profumo ?

In effetti, utilizziamo un profumo nei prodotti della gamma ZAO.
Ovviamente lo abbiamo scelto naturale, discreto e ipoallergenico. Cerchiamo di limitare al massimo i rischi di reazione allergica legata al profumo.
La quantità di profumo utilizzata è molto bassa ma sufficiente a rendere l’applicazione piacevole. Nel caso contrario, alcuni ingredienti della formula, per esempio alcuni oli, potrebbero dare al prodotto un odore un po’ sgradevole.

Qual'è la polvere di bambù ?

Troviamo la polvere di bambù nella lista ingredienti sotto il nome INCI: Bambusa arundinacea stem powder. Si tratta di una sostanza bianca estratta dalle giunture del bambù, principalmente composta da silice organica; è stata molto utilizzata nella medicina orientale. La silice organica, che è un costituente del tessuto connettivo, è presente in tutto il corpo umano e rigenera l’epidermide partecipando alla sintesi del collagene e dell’elastina. Con il passare del tempo, il nostro capitale in silice si riduce causando la perdita di elasticità e la demineralizzazione della pelle. E’ quindi necessario rifornire regolarmente l’epidermide. Ed è per questa ragione che la silice organica è presente nella maggiore parte dei prodotti della gamma ZAO.

Qual'è l'idrolato di bambù ?

L’idrolato bio di foglie di bambù si trova nella lista ingredienti sotto il nome INCI: Phyllostachys Nigra Extract*. Si tratta di un prodotto proveniente dalla distillazione di foglie di bambù, è principalmente composto di silice organica; è stata molto utilizzata nella medicina orientale. La silice organica, che è un costituente del tessuto connettivo, è presente in tutto il corpo umano e rigenera l’epidermide partecipando alla sintesi del collagène e dell’elastina. Con il passare del tempo, il nostro capitale in silice si riduce causando la perdita di elasticità e la demineralizzazione della pelle. E’ quindi necessario rifornire regolarmente l’epidermide. Ed è per questa ragione che la silice organica è presente nella maggiore parte dei prodotti della gamma ZAO.

Qual'è il macerato bio di bambù?

Il macerato bio di bambù si trova nella lista ingredienti sotto il nome INCI : Phyllostachis Bambusoides Rhizome Extract*. Così come la polvere di bambù o l’Idrolato di foglie di bambù, questa materia è molto ricca di silice organica il cui apporto esterno è necessario per mantenere l’elasticità dei nostri tessuti e della nostra pelle. Nel caso del macerato, il vantaggio paragonato alla polvere o all’idrolato è la capacità di penetrare maggiormente la parte superficiale dell’epidermide.

C'è del cromo?

Il Cromo non è un ingrediente aggiunto nei nostri prodotti. Però rappresenta un componente del pigmento chiamato “chromium oxide greens” il cui nome INCI è CI 77288. Questo pigmento verde permette di ottenere delle sfumature di ombretti che sarebbero difficili da ottenere diversamente. La palette di pigmenti naturali disponibili per i prodotti cosmetici certificati biologici rimane, a oggi, di fatto, molto ristretta.

Ma ci sentiamo comunque partecipi e attenti all’innocuità di questo pigmento. Abbiamo quindi deciso di riformulare gli ombretti che lo contengono. Vi proporremo nuovi colori prossimamente.

C'è dell'argan nei prodotti?

A oggi, non utilizziamo Argan nei nostri prodotti. Abbiamo però scelto altri ingredienti altrettanto benefici per la pelle. Per esempio, potrete trovare nei nostri prodotti degli ingredienti ricchi in acidi grassi essenziali (burro di karité bio, burro di cacao bio, olio di cocco bio, olio di mandorla dolce bio, olio di noce di macadamia bio…).

C'è dell'olio di palma?

Il problema principale dell’olio di palma è la sua coltivazione in Indonesia, la quale porta alla distruzione massiccia della foresta primaria a beneficio delle piantagioni di palma. In cosmetica esistono moltissimi ingredienti complessi che utilizzano dei derivati di palma e di olio di palma. Per l’olio di palma utilizzato come tale, in aggiunta al nome INCI « Palm oil» molto facile da riconoscere, c’è anche “Eleasis Guineensis (palm) oil.” Tra questi ingredienti, esiste, anche se controverso, un certificato d’origine RSPO che garantisce ingredienti derivati d’olio di palma senza la distruzione della foresta primaria (http://www.rspo.org/about). Dopo diversi studi ecco messi in evidenza gli ingredienti che possono essere interessati dall’olio di palma (cf.documento PalmOilNames) e che entrano nelle nostre formulazioni:
1- Cetearyl alcool: anche se può provenire da un derivato dell’olio di palma, il nostro è derivato dall’olio di cocco.
2- Eleasis Guineensis (palma) d’olio: Nelle nostre formule è utilizzato soltanto Eleasis Guineensis (palm) butter certificato bio da Ecocert. L’agricoltura biologica proibisce la distruzione della foresta primaria.
3- Glicerina: la ns. glicerina è certificata biologica da Ecocert. L’agricoltura biologica proibisce la distruzione della foresta primaria.
4- Stearato di glicerolo: anche se può provenire dall’olio di palma, il nostro è derivato dall’olio di cocco.
5- L’acido isostearico: anche se può provenire dall’olio di palma, il nostro è derivato dall’olio di colza.
6- Palm oil : è stato utilizzato soltanto nelle ns. precedenti matite prodotte in Francia dalla società Alkos. Oggi le ns. nuove matite, prodotte da Schwan, non ne contengono.
7- Sodium Stéaroyllactylate: E’ l’unico ingrediente sul quale non siamo ancora pienamente informati. Questo ingrediente è presente in 2 prodotti: il mascara 085 e il nuovo primer 260. Se non otteremo ulteriori informazioni dal produttore lo elimineremo dalle formule.
8- Stearato di zinco: Questo ingrediente proviene in effetti dall’olio di palma ma abbiamo il certificato RSPO dal produttore.

La polvere d'argento e perocolosa visto che si tratta di metallo?

Tutti i prodotti della gamma ZAO, all’eccezione delle matite, contengono, in effetti, argento micronizzato.

Nelle ns. formule, l’argento ha il ruolo fondamentale di conservante dei nostri prodotti e di antisettico per la pelle. A più di 10.000 € il chilo, se abbiamo scelto l’argento, è proprio per le sue caratteristiche intrinseche antibatteriche. Se poche società (nessuna nel makeup) utilizzano l’argento, è soltanto per il suo costo.

Inoltre l’argento è utilizzato per i cerotti, il trattamento delle bruciature, la conservazione delle protesi prima del trapianto nel corpo umano… è considerato da più di 2000 anni come un purificatore dell’acqua e un disinfettante.

È la ragione per la quale nel medioevo, i nobili e i benestanti utilizzavano per bere e mangiare dei bicchieri e delle posate in argento. E’ un eccellente ammazza batteri per asfissia.

In generale, quello che crea dei problemi con i metalli è la dimensione delle particelle: le nanoparticelle (10-9 metri = 0,000000001 o 1 milionesimo di mm) pongono numerose domande. L’argento che utilizziamo è del microsilver (nome commerciale) e la granulometria è compresa tra 1 e 10 micron. Questa dimensiona di particelle è da 1.000 a 10.000 volte più grande della dimensione delle nano particelle.

L’argento non presenta quindi nessun rischio di tossicità per il nostro organismo a partire dal momento in cui evitiamo le nanoparticelle.

La polvere d'argento conserva meno bene dei conservanti chimici?

La polvere d’argento utilizzata per conservare i prodotti della gamma ZAO è altrettanto efficace dei conservanti utilizzati nei prodotti non biologici.

Bisogna sapere che ogni prodotto cosmetico, biologico o non, messo sul mercato in Europa, deve avere superato un test che verifica l’efficacia dei conservanti. Questo test, chiamato “challenge test”, consiste nell’introdurre dei batteri nei campioni di prodotto e verificare che non ci si riproducano. I prodotti della gamma ZAO hanno tutti superato questo test di efficacia.

Inoltre la polvere d’argento è così efficace che ci permette di metterne una quantità inferiore a quella tradizionalmente utilizzata per i conservanti chimici. Limitiamo quindi anche i rischi di reazione allergica.

La maltodestrina contenuta in alcuni prodotti Zao e senza glutine?

La maltodestrina non è un ingrediente di per sè aggiunto nelle nostre formule. Si tratta di un componente di un ingrediente chiamato: Cayoma Olive. Potete trovare informazioni sul fabbricante di questo ingrediente cliccando sul seguente link : http://www.qenax.com/products/cayoma-r-olive.

Dopo la verifica di tutte le nostre formule, possiamo assicurarvi che la maltodestrina è contenuta soltanto nelle polveri con una concentrazione nel prodotto finito compresa tra 0,00005% e 0,012%.

La maggiore parte delle volte proviene dall’amido, in particolare dall’amido di riso. Il riso è un cereale naturale senza glutine. Il fornitore ci conferma che la maltodestrina è, in effetti, senza glutine.

Come agiscono i principi attivi anti eta poiche si tratta di prodotti di make-up?

I nostri prodotti di make-up combinano al meglio l’efficacia del maquillage (colore, tenuta, resa, textures…) con il rispetto della pelle. Utilizziamo degli ingredienti che hanno delle proprietà specifiche. Possiamo notare per esempio:
– la polvere di bambù e il suo alto livello di silice necessaria al rinnovamento delle cellule della pelle,
– la polvere d’argento micronizzata che agisce come antisettico e che ZAO ha scelto come conservante naturale,
– l’aloe vera, il burro di karité o di melograno, ricchi in acidi grassi essenziali per proteggersi dai radicali liberi.

Perche del diossido di titanio nei prodotti?

Il diossido di titanio (TiO2) è un pigmento bianco opacizzante utilizzato nei cosmetici (dentifricio, crema viso, latte per il corpo, maquillage…) da decenni. Questo pigmento è anche utilizzato in altri prodotti della vita quotidiana: alimentazione, pittura d’interno, pittura delle carrozzerie auto, ecc…

Esiste oggi una polemica in merito al diossido di titanio in nanoparticelle (particelle la cui dimensione è 10-9 metri = 0,000000001m o 1 milionesimo di mm). Per quanto riguarda i prodotti della gamma ZAO, la dimensione delle particelle di diossido di titanio non scende mai al di sotto delle microparticelle (10-6m = 0,000001 o 1 millesimo di mm).

Le nanoparticelle sollevano domande etiche e di salute pubblica perché possono essere assorbite dalle cellule del corpo umano le cui dimensioni sono dello stesso ordine di grandezza (10-9 metri). Queste cellule lascerebbero quindi entrare nanoparticelle. Queste verrebbero quindi accumulate, e a secondo della loro natura, il corpo non saprebbe come sbarazzarsene. Si temono quindi le conseguenze sul lungo termine. E’ la ragione per la quale il nuovo standard europeo Cosmos non autorizza gli ingredienti sotto forma di nanoparticelle.

Da notare che le microparticelle utilizzate nei prodotti della gamma ZAO non passano attraverso le nostre cellule.

Perche dell'alluminio nei prodotti? In quale quantita?

Una polemica esiste ancora sui sali d’alluminio utilizzati nei deodoranti e anti-traspirante. Questa polemica mette sotto accusa i sali d’alluminio e la loro capacità di aumentare i rischi di tumore al seno visto la zona di applicazione dei prodotti e la quantità utilizzata.

Diversi studi sono stati fatti da allora e sembrerebbe che non ci siano relazioni di causa-effetto chiaramente identificate:

http://www.cancer-environnement.fr/348-Deodorants-et-cancer-du-sein.ce.aspx
Mentre l’esposizione a prodotti anti-traspiranti, con concentrazioni del 20% in cloridrato d’alluminio, non garantisce la sicurezza sanitaria dei consumatori nei confronti di rischi diversi da quelli cancerogeni (effetti neurotossici in particolare).

I prodotti della gamma ZAO non contengono di per sé alluminio. 

Potete però trovare, a volte, nelle nostre liste d’ingredienti il seguente nome INCI: alumina. Non si tratta di un sale d’alluminio, né di un cloridrato di alluminio. Si tratta di allumina (Al2O3) che è un componente di alcuni pigmenti e perle. In effetti l’allumina è un ossido di alluminio che può essere colorato da ossidi metallici, come gli ossidi di ferro, che sono alla base dei pigmenti naturali utilizzati nel make-up certificato bio. E’ quindi presente nei prodotti in quantità molto bassa. Inoltre, l’allumina si trova allo stato naturale nella bauxite. E’ la stessa allumina colorata che è alla base delle pietre preziose come il rubino, lo zaffiro e il topazio.

L’allumina non presenta alcun maggior rischio per la salute umana e l’ambiente. In questo contesto, è accettata dalla Carta della cosmetica biologica (Ecocert, Cosmos).

C'è dello squalene di squalo nei prodotti Zao?

Storicamente, lo squalene proveniva dall’olio di fegato di squalo ed è vero che alcuni brand di cosmesi continuano ad utilizzarlo ancora oggi giorno, volutamente o anche a volte alla loro insaputa. Esiste anche dello squalene vegetale, in concentrazione inferiore dello squalene dell’olio di fegato di squalo, ma in quantità sufficiente per un utilizzo in cosmetica. Lo troviamo nell’olio di semi di amaranto, olio di segale di riso, olio di germogli di grano e olio d’oliva.

Dovete sapere che i cosmetici certificati bio devono sottostare a numerose regole, in particolare modo in merito alla selezione e alla tracciabilità degli ingredienti. Gli ingredienti provenienti da animali morti sono rigorosamente vietati.

Di conseguenza, lo squalene utilizzato nei prodotti ZAO è d’origine vegetale e nello specifico proviene principalmente dall’olio d’oliva.

Alcune piante e animali producono dello squalene, incluso gli umani. Le cellule della pelle umana producono questo lipide (maggiore composto del sebo nasale). Si tratta di un idratante naturale e alcuni pensano addirittura che come complemento alimentare potrebbe prevenire i tumori.

Nelle concentrazioni utilizzate in cosmetica, gli studi tossicologici hanno mostrato che lo squalene non è un composto irritante o sensibilizzante per la pelle.

Per quanto ne sappiamo, questo ingrediente è rispettoso dell’uomo e dell’ambiente.

Ci sono ftalati negli smalti Zao?

La formula degli smalti ZAO non contiene ftalati, in particolare né il dibutilftalato noto per essere un perturbatore endocrinico e che potrebbe provocare irritazione agli occhi (lacrimazione, congiuntivite) e alle vie respiratorie superiori (rino-faringite, bronchite possibili); se ingerito o inalato: mal di testa, nausee, vomito, diarree, ematuria, vertigini, fotofobia (sensibilità alla luce) e nefrotossicità.

Gli smalti fanno parte delle categorie di prodotti cosmetici che ancora oggi è difficile certificare biologici. Gli ingredienti biologici disponibili ad oggi non permettono di formulare smalti performanti.

Per contro il brand ZAO ha scelto di proporvi degli smalti privi di qualsiasi ingredienti nocivo (tra i quali i ftalati), e arricchiti in silice (macerato di bambù) che potete utilizzare senza moderazione!

Se guardate la lista degli ingredienti, trovate un ingrediente il cui nome INCI potrebbe farvi pensare a un ftalate: phthalic anhydride/trimellitic anhydride/glycols copolymer

I nomi sono simili ma non sono comunque la stessa cosa.

Qualche ripasso dei corsi di chimica per capire meglio…: i ftalati conosciuti come nocivi ad oggi sono composti chimici derivati dall’acido ftalico, contrariamente all’ingrediente utilizzato nella formula degli smalti ZAO. Anche se il nome chimico è vicino, le molecole sono molto diverse.

Siccome le molecole sono diverse, non hanno le stesse interazioni con la pelle.

D’altra parte questo ingrediente presente negli smalti ZAO è ampiamente utilizzato in diversi settori, in particolare nel settore farmaceutico nel quadro del rivestimento delle compresse per esempio.

I fondotinta Zao contengono filtri solari?

I fondotinta non contengono filtri solari chimici perché sono vietati dalla carta degli obblighi relativi alla cosmetica naturale e biologica: la maggior parte hanno un impatto nocivo per l’uomo e l’ambiente. Soltanto gli schermi solari minerali sono autorizzati nei cosmetici certificati bio.

Il brand ZAO ha scelto di non proporre la protezione solare per i suoi prodotti e quindi di non includere schermi minerali perché esiste ad oggi una polemica sui nanomateriali minerali utilizzati per la protezione solare dei cosmetici (rif. Argomento specifico ai nanomateriali nella parte Certificazione delle FAQ)

I prodotti cosmetici Zao sono comedogeni?

Gli ingredienti comedogeni utilizzati non pongono particolari problema per quanto riguarda i prodotti di make up delle labbra, delle ciglia o delle unghie ma per gli altri usi il brand rimane vigile. Zao desidera limitare al massimo l’utilizzo di oli e burri comedogeni nei suoi prodotti. Cosi ritrovate gli ingredienti seguenti potenzialmente comedogeni ma utilizzati in bassa quantità di modo di poter beneficiare delle proprietà interessanti di ognuno:

– Mineral silk: olio di germoglio di grano (0,5%) e burro di cacao (1%)

– Ombretti in crema: olio di germoglio di grano (0,5%)

– Ombretti perlati: olio di soia (meno di 1%)

– Mineral Touch: olio di soia (meno di 1%)

– Cipria compatta e fard: burro di cacao (1%)

I prodotti della gamma sono adatti per tutti i tipi di pelle, incluso le pelli sensibili e acneiche.

Gli ingredienti comedogeni utilizzati non pongono particolari problema per quanto riguarda i prodotti di make up delle labbra, delle ciglia o delle unghie ma per gli altri usi il brand rimane vigile. Zao desidera limitare al massimo l’utilizzo di oli e burri comedogeni nei suoi prodotti. Cosi ritrovate gli ingredienti seguenti potenzialmente comedogeni ma utilizzati in bassa quantità di modo di poter beneficiare delle proprietà interessanti di ognuno:

– Mineral silk: olio di germoglio di grano (0,5%) e burro di cacao (1%)

– Ombretti in crema: olio di germoglio di grano (0,5%)

– Ombretti perlati: olio di soia (meno di 1%)

– Mineral Touch: olio di soia (meno di 1%)

– Cipria compatta e fard: burro di cacao (1%)

I prodotti della gamma sono adatti per tutti i tipi di pelle, incluso le pelli sensibili e acneiche.

Gli ingredienti contenuti negli smalti Zao sono senza pericoli per le utilizzatrici?

L’assenza di ingredienti potenzialmente pericolosi nella formulazione ZAO rafforza la “tollerabilità” degli smalti. I seguenti controversi ingredienti non vengono utilizzati per ZAO: acetone, formaldeide (liberatore di formolo), toluene, canfora, dibutilftalato, xilene, colofano.

Gli smalti ZAO sono privi di qualsiasi ingrediente nocivo e sono arricchiti di silice organica grazie al macerato di bambù. Possono quindi essere utilizzati senza alcuna moderazione!

Ricordiamo che il ruolo della silice o silicium nella produzione di annessi cutanei (di cui le unghie fanno parte) è riconosciuto. La Roche-Posay ha perfino creato una linea di smalti (linea “silicium”) con silice venduta in farmacia proprio per questa proprietà.

Svizzera +41 78 848 79 29

Italia +39 366 590 22 22

Cosm’Etika Svizzera SAGL

Via Peri 2A – CP 6220

6901 Lugano SVIZZERA